Zonizzazione | Ambiente e Agricoltura - Citta di Feltre

Menu Toolbar - accesso altri siti

Dimesione carattere

Home >> Zonizzazione

Zonizzazione

Zonizzazione e regolamento acustico

Con Deliberazione di Consiglio comunale n. 64 del 30.09.2013 l'Amministrazione comunale ha aggiornato il regolamento acustico comunale e la zonizzazione. Il regolamento è divenuto esecutivo dal 19.10.2013.

Con la revisione si è colta l'opportunità di rivedere la classificazione acustica di alcune zone del territorio comunale avendo constatato la necessità di adeguare il Piano vigente rispetto alle previsioni del Piano degli interventi, nonché di risolvere alcune criticità acustiche emerse nel territorio negli ultimi anni. La revisione del Piano ha conseguentemente imposto la modifica del relativo regolamento. L'analisi delle attuali cause dell'inquinamento acustico nel territorio di Feltre, è stata condotta mediante sopralluogo diretto nel territorio e campagne di monitoraggio acustico, usando la strumentazione prevista ed in applicazione della normativa vigente. Sono state revisionate le aree considerate “particolarmente protette”, la Cittadella, l'area del Palaghiaccio, la zona dello stadio Zugni Tauro e le altre zone ricadenti nella classificazione II, III, V e VI, nonché le fasce stradali anche in virtù dell'apertura del nuovo tratto della SS 50 bis.

In evidenza

Art. 35 “Piani di risanamento acustico”

Entro sei mesi dalla data di approvazione del presente Regolamento e della zonizzazione acustica comunale, i titolari di attività industriali, artigianali, commerciali e di servizio, inclusi i gestori di impianti sportivi o ricreativi, pubblici esercizi, circoli privati ecc., e comunque i titolari di qualsiasi altra attività rumorosa, sono tenuti a presentare, qualora la propria attività non sia in grado di rispettare i limiti di rumore previsti dal Piano di classificazione acustica comunale, un Piano di risanamento acustico. Tale Piano di risanamento acustico dovrà contenere una relazione tecnica, sottoscritta da Tecnico competente in acustica, indicante una descrizione degli interventi o delle soluzioni che l’attività intende porre in essere ai fini del contenimento del rumore prodotto ed il termine entro il quale si prevede di adeguarsi ai limiti di legge.

Le attività di cui sopra che non presentano nei termini prescritti alcun Piano di risanamento acustico, devono adeguarsi ai limiti fissati dalla suddivisione in classi del territorio comunale entro il termine previsto per la presentazione del Piano stesso, secondo quanto previsto dall’art. 15 comma 3 della Legge 447/95.

Il Comune entro 30 giorni dalla presentazione del Piano di risanamento acustico approva il Piano, indicando il tempo per la sua attuazione e le eventuali prescrizioni da rispettare, oppure esprime il proprio giustificato diniego.

 

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare la documentazione nel seguente link: http://sit.comune.feltre.bl.it/pianificazione-urbanistica/pianidisettore/piano-acustico-comunale.

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • D.P.C.M. 1 marzo 1991 “Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno”

  • L. n. 447 del 26 ottobre 1995 "Legge quadro sull'inquinamento acustico".

  • D.P.C.M. del 14 novembre 1997 "Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore".

  • L.R. n. 21 del 10 maggio 1999 "Norme in materia di inquinamento acustico".

  • D.M. 29 novembre 2010

  • DPR 19 ottobre 2011 n. 227 “Regolamento per la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle spese, a norma dell'art. 49 comma 4-quater, del D.L. 31.05.2010 n. 78, convertito, con modificazioni, dalla L. 30.07.2010 n. 122”

  • Deliberazione di Consiglio comunale n. 64 del 30.09.2013 "Revisione del Piano di zonizzazione acustico. Approvazione”.